Visione parallela con ElFecondadòrDelPartenón #1: Η Επίθεση του Γιγαντιαίου Μουσακά (1999) di Panos H. Koutras

25 aprile 2014 § Lascia un commento

Nel 1978, nonostante le pernacchie della critica, il film L’attacco dei pomodori assassini ottiene da parte del pubblico un consenso tale da generare, negli anni ’80, non solo un’invasione di sale e videoteche da parte di fanta-horror demenziali di serie B, ma anche tre seguiti tra l’88 e il ’91, una serie TV a cartoni animati, tre videogiochi, un possibile remake su cui si vociferava l’anno scorso e il film Η Επίθεση του Γιγαντιαίου Μουσακά, diretto da Panos H. Koutras nel 1999, distribuito in lingua originale con sottotitoli in Giappone e in Francia, nella quale sembra essere stata rilasciata l’unica edizione nota in DVD, con il titolo L’Attaque de la Moussaka Geante.
Ed è proprio con quest’edizione in mente che ElFecondadòrDelPartenón – chi, altrimenti? – ha proposto a me, che mi son promesso di non mangiare più cibo greco fuori dalla Grecia, di tentare un nuovo esperimento: dopo la gloriosa tradizione degli ascolti paralleli, ci prepariamo alla visione parallela! [tuoni e fulmini] Ignaro di tutto, vado a vedere la pagina Wikipedia inglese dedicata al film, memorizzata nella sezione… Greek LGBT-related horror movies! [ri-tuoni e ri-fulmini] Credete che mi tiri indietro? Ritenete impossibile l’impresa? HA! Quanto poco mi conoscete: ElFecondadòr è nato greco e io conosco il francese, l’impresa è più che fattibile. D’accordo, mi vanto di conoscere anche il greco solo perché credo che la maggior parte di voi non conosca l’uno né l’altro, ma questa è un’altra storia. Adesso dimenticate la pita che mangiate sotto casa, facciamoci venire l’acquolina in bocca e tuffiamoci in – lo chiamo in italiano, via – L’attacco del moussakà gigante! Sì, ragazzi, potete guardarlo anche voi con noi, ma io non vi ho detto niente. Per greco e francese, poi, sono cazzi vostri.

Avrei voluto mettere la locandina greca, ma non sarebbe stata la stessa cosa.

Avrei voluto mettere la locandina greca, ma non sarebbe stata la stessa cosa.

DeReviùer: Fame.
ElFecondadòrDelPartenón: Mamma mia, EFFETTI SPECIALI ORRIBILI SIN DALL’INIZIO, con quella scritta ORRENDA!
DR: Titoli di testa che ricordano più il videogioco XIII che Grand Theft Auto.
EFDP: Ecco. Ma sembra l’inizio di una serie TV, jeez!
DR: Girata allo stesso modo, anche.
EFDP: Che poi è vero che in Grecia si lavora molto di serie TV piuttosto che di film. […] Atene come sfondo, E VA BEH!
DR: Camici rosa?!
EFDP: Sono due sfrantone tra l’altro. Tanti cuori.
DR: Disco!
EFDP: E va beh, si vola.
DR: WOW!
EFDP: Lo squallore della periferia ateniese. […] FLUOCIOCCE!
DR: Sembra un travestito uscito da un film di John Waters.
EFDP: “Qualcosa lo impedisce.”; “Cosa?”; “Tu!” [ride]
DR: E ora, un bimbo con le idee chiarissime.
EFDP: TYROPITA! [sbava]
DR: Parlano in inglese?!
EFDP: Oh, sì!
DR: Con accento greco sgamatissimo.
EFDP: MA NON MI DIRE?!? [ride]
DR: MATIGGIÙRO![…] Le pantofole in casa no, eh? […] NO! Povera pizza!
EFDP: Sì, proprio la pizza (che tra l’altro sembra disgustosa).
DR: No, vabbe’, la trattano bene, per come appare.
EFDP: Ecco. It’s BAMBA TIME!
DR: Pippata attendibilissima, poi.
EFDP: [ride istericamente] Lei poi sembra una diva sfatta da cabaret di New Orleans. Vomitata altrettanto attendibile.
DR: Ma proprio, senza il minimo sforzo. […] “I’M IN LOOOOOVE!” (pezzo in sottofondo campionato pure da Kanye West, Move On Up di Curtis Mayfield)
EFDP: (sì) Volos, città fantastica.
DR: OK, parlano in inglese solo con la cameriera e nessuno gradisce il moussaka (che già sappiamo finire male).
EFDP: Dev’essere orrido.
DR: Ma sta al telefono, non cacare il cazzo!
EFDP: Il bambino fa la ballerina con la forchetta, recitazione sotto il minimo sindacale, amo! […] Che non dice che è un arrivista, in greco, ma va beh…
DR: OK, lei magari è bella in altre circostanze, qua è proprio il cesso.
EFDP: Sì, alquanto. È meglio Tara, per dire, la drag queen.
DR: “Come va? Ah-ah-ah…”, ma ora… disco sfrantona.
EFDP: FUNKY HOUSE SFRANTISSIMA. AMO! […] Ma chi è sta Cher negra? Amo anche lei!
DR: Che fa le mossettine mentre fa i panini. Ma la voglio dal kebabbaro qua sotto, altroché!
EFDP: Scherzi? Farebbe sfraceli! […] E Tara che viene zompata allegramente. […] OK, gente che tromba nella commissione spaziale. [dopo un po’ ride istericamente a causa de] L’UFO!
DR: Fatto con l’AutoCAD, proprio.
EFDP: DIO CHE BRUTTO!
DR: (ho capito solo “parakalò”)
EFDP: (immagino, ma riesci a seguire con i sottotitoli?)
DR: (sì, dai)
EFDP: (se c’è qualcosa non esitare a dire)
DR: Tara pare Eddie Izzard.
EFDP: Musichette da videogame giapponese.
DR: Walk On By di Bacharach? IN GRECO?!
EFDP: A posto. [si batte una mano in faccia, sconfortato]
DR: E che traduzione… Ma poi così, a cazzo!
EFDP: Ma sì, ci infila di tutto: sci-fi, menage à quatre, musical. Sì, è girato proprio come una serie TV greca.
DR: Tara è ENORMISSIMA! No, vabbe’, è femmina in corpo, proprio.
EFDP: Sì, alquanto gigante. […] E il moussaka finisce male. Tra l’altro, ha uno strato di besciamella che fa paura!
DR: E la dà al cane, ma il cane non la finirà, lo sappiamo tutti. […] Eccallà.
EFDP: MA COS’È?
DR: Pare una copertina d’un disco dei Boston, pare.
EFDP: Ecco, solo che non siamo negli anni ’70.
DR: Oddio! [ride]
EFDP: NON CE LA POSSO FARE! Sembra uno di quei film in 4D di Gardaland.
DR: Un moussaka che pare più una torta caprese, poi.
EFDP: È orribile a vedersi! ‘Ndò cazzo stanno le melanzane?
DR: Ah, no, OK, parla inglese a cazzo.
EFDP: Sì, sì.
DR: LATRÒCA!
EFDP: [ride sonoramente]
DR: Oh, mamma! [si sganascia pure lui]
EFDP: Oh, magguàrdacaso, la macchina non riparte. [stra-ride] Sembra la pubblicità del Moment Act.
DR: E Moussy passeggia, così… Ecco, ora siamo in area Electric Light Orchestra.
EFDP: ‘MMAPPA!
DR: Ehlalà!
EFDP: ‘MMAPPA che cagne a recitare.
DR: Il disco volante che si guida con il volante delle auto… “MOUSSAKAAAAAAAS?!” […] “INVECCHIAREEEEE?!” […] “THALLASAAAAA?!”
EFDP: Tre milioni di pippe su come il mousakas abbia a che fare con certi balzi quantici? Va beh, oltre in tutti i sensi.
DR: Ed eccolo, il Kinder Délice…
EFDP: [ride] Poca pubblicità alla Pepsi e alla Hellman’s.
DR: Ma poca. Ed ecco il ministro in TV.
EFDP: Sì, è un mocking alle vecchie pubblicità per le elezioni.
DR: Effetti speciali da Windows Movie Maker.
EFDP: sì, à la Kylie Minogue di Put Yourself In My Place. WROOOOOOOOOOOOOOOAAAAAAAN!
DR: E trombano. […] “Pronto? Aspettate un secondo… AAAAAAAAAAH!”
EFDP: Ah, ma è la giornalista.
DR: Con l’idraulico. Classico.
EFDP: Ma ‘sto qui è Super Mario?
DR: Sì, cazzo, ha detto “moussakas”, e dai! […] E ora cammina tra i cadaveri…
EFDP: Coppia sfattissima. Il titolo: “IL BARBECUE DELL’ORRORE”.
DR: VABBE’! […] L’ORRORE! (cit.)
EFDP: Io voglio quel camice rosa.
DR: Occhiatine. Wow.
EFDP: OOOOH! IT’S LOOOOVE! Dai, è tutto fatto troppo male per essere incosciente.
DR: Altri che trombano. Però lei niente.
EFDP: Ammazza come ci dà dentro.
DR: Troppo TROCATA.
EFDP: Manco avesse la patàna di un chilometro.
DR: SNIIIIIIIIFFFFFF…
EFDP: Emmuòre.
DR: Ripugnante!
EFDP: E VAI DI DRUM’N’BASS!
DR: Bruttissima, ovviamente.
EFDP: Gente che corre e non si sa chi urla.
DR: Una cade a cazzo. No, si rialza. No, ricade. E muore.
EFDP: Te credo, ha una gonna in lurex che manco mi’ ma’.
DR: NO, VABBE’! IL SÀNCUO!
EFDP: E poi una colata lavica che copre lo schermo. Ma pure le scene horror vere. MA ADORISSIMO! […] Tara con la maglietta della Baby Johnson’s.
DR: Lo scienziato non è sposato. Ma va’?! […] Ma parlano tutti inglese a cazzo?!
EFDP: Mi sembra normale: quando in Grecia succede qualcosa di risonanza mondiale, i notiziari mandano in onda spezzoni di servizi provenienti da altri Paesi.
DR: OK, ma succede pure da noi. Solo che qua i giornalisti parlano inglese, finiscono e si rivolgono in greco all’operatore. Vabbe’… […] Ma povero cameraman!
EFDP: Davvero…
DR: “Pensavo accadesse solo negli Stati Uniti!”, E CERTO!
EFDP: THE Z MOVIE GOES ON. Autotrollaggio!
DR: “Ah, è morta? Allora zoomma così…”
EFDP: “…e poi sarà uno splendore” [ride]
DR: [prova a imitare Guidobaldo Maria Riccardelli] LA CRITICA FEROCE ALLA TELEVISIONE!
EFDP: “SIGNORA GDOUMBOU”, e lui che dice GDOUMBA, che significa “rumore sordo dovuto a caduta improvvisa”.
DR: “Melanzana”? Maddòve?!
EFDP: “Colore melanzana scuro”.
DR: Ma abbiamo visto assieme, non ci sono melanzane.
EFDP: Va beh, ma è una trollata ai testimoni finti. E la signora canta l’inno greco. Ri-va beh… [ride]
DR: Italiano!
EFDP: La giornalista trollissima.
DR: Russo!
EFDP: MA CHI È STO ROITO? [ride con fragore] “QUANTI? VENTI?” [ride con più fragore]
DR: [ride con altrettanto fragore] “Non vi preoccupate! Niente panico!”
EFDP: E la musica western. Va beh, ma questo è il film definitivo dei film di serie Z. [riprende il fragore di prima] Sbatte pure sui guardrail. Va beh, la canzone romantica con lo sguardo sul moussaka.
DR: Canzone per simpatizzare con il moussaka gigante. […] Sì, OK, s’agapò, è chiarissimo.
EFDP: S’AGAPÒ! Tanti cuori.
DR: Oooooooh, che carini! […] Il braccio dietro, OK… […] “Ma che brava ad arredare!”
EFDP: OK, lui è bono.
DR: Pubblicità al Nescafè, via.
EFDP: ALÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈ!
DR: ED ECCOLI!
EFDP: E staccano subito. MABBAFANTUCÙLO! La notte di San Bartolomeo, LA BETULLA, IL FICO SACRO!
DR: La notte di San Bartolomeo? Ma che c’entra con Atene?
EFDP: È un iperbole che siamo soliti usare per indicare un massacro.
DR: A posto. […] “La città devastata”, maddòve?!
EFDP: Sì, sì, è bellissimo. [si ricorda di aver lasciato il fragore sul mobile in cucina, lo va a riprendere e ricomincia a ridere] Al posto del pomodoro il vino a buon mercato, CHE SPLENDORE! E una bionda che corre a caso.
DR: Cadaveri evriuèr, altri che corrono a caso.
EFDP: Che cadono a caso, soprattutto. MA PERCHÉ?
DR: Ma ALZATI, Dio bono! […] Ecco, bravi, morite vicini…
EFDP: Dio, ho male agli occhi.
DR: Ah, no, tutto a posto.
DR: Allargamento drammatico di campo. TUNF. TUNF. TUNF!
EFDP: Che brutta che era la moda anni ’90! [il fragore non accenna a diminuire] La trollata ai partiti di sinistra che rompono le palle per qualsiasi cosa, un po’ come i Grillini adesso. E infatti è vestita come una deficiente.
DR: Come una hippy, vabbe’, stiamo là.
EFDP: Ecco
DR: “OK, mister President!” Ma basta, co’ st’inglese a cazzo, ma perché?!
EFDP: [ride con meno fragore]
DR: Giornalista sbigottitissima.
EFDP: Aridaje con la gente che cade. Turiste terrorizzate, gente che corre a caso.
DR: OK, abbiamo capito: ad Atene non sanno reagire bene.
EFDP: Mappròprio. […] Zombie a caso.
DR: Che muore. Stunf. […] Lui che si sveglia di soprassalto. [prende del fragore in prestito] OK, ora vedo le melanzane.
EFDP: Furba a nasconderti lì, eh? Oddio, “nasconderti”.
DR: Mappròprio. Vabbe’, dai, è andato.
EFDP: E poi archi (ma non era “mais pourquoi”?) “Dice STRONZATE!”
DR: Sì, gli ingredienti sono quelli.
EFDP: Sì, e dice che c’è qualcos’altro.
DR: USTIONI DI QUARTO GRADO!
EFDP: [modera il fragore] Che non esistono nemmeno. L’attore che piglia per il culo il tono autoritario dei ministri.
DR: E la bombarderanno. E CERTO!
EFDP: Sì, una sorta di Sharknado prima che esistesse Sharknado.
DR: Ed eccolo là, The Blob.
EFDP: Il prete MORTAL KOMBAT.
DR: Gente che corre IN FILA INDIANA. AVANTI E INDIETRO!
EFDP: L’ASTROLOGA, sto usando in continuazione i maiuscoli.
DR: E io no? “…Cancro ascendente Capricorno…”
EFDP: Oh, le vrenzole ateniesi, adoro! Gli allargamenti di inquadratura…
DR: Una sviene, e vabbe’.
EFDP: [si fa crescere dei cuori al posto degli occhi, senza tanto fragore]
DR: “AAAAAAAH!”
EFDP: “IIIIIIIIIHHHHHHHHHHHH!”
DR: “Allucinazioni collettive!”
EFDP: IL COMPLOTTISTA
DR: GOMBLODDO!
EFDP: Il mousakas che non capisce il senso della morte, E VA BEH!
DR: Ecco, bravi, mentre correte guardatevi meglio. […] Tara che va a letto truccata.
EFDP: Con la mascherina floreale, miao. […] Ma guardalo com’è molle!
DR: Ma… ma…
EFDP: GENTE CHE TROLLA!
DR: MA!…
EFDP: Sto amando tutto questo: lo shock a buon mercato e il mousakas servito con terrore.
DR: Niente, non ce la fa.
EFDP: LOL, la meteorologa che parla di dov’è diretto il mousakas. [ride con moderato fragore] L’astrologa trollissima.
DR: Pure lo psichiatra!
EFDP: La hippy che parla dell’ozono e dello smog di Atene a causa della guerra del Golfo. Cuori ovunque.
DR: E si ammazza, alè.
EFDP: E quello che parla di moda e dice che saranno di moda i bracciali di ragù. Altri cuori.
DR: “I’m in loooove!” […] OK, Christos ce lo vuole con Alexis, ma non è corrisposto.
EFDP: Piccino, che gli voleva bbbene.
DR: “FFUCK!” […] “ALLA SPIAGGIA?!” […] E va’, ovvio.
EFDP: Ovvio.
DR: “AAAAAAAAAAH!”
EFDP: MA COS’È? Ma come è entrato dentro la boutique? [ride memore del fragore di prima]
DR: Nessuna differenza tra i manichini e i morti.
EFDP: Il manichino insanguinato (almeno, sembra un manichino).
DR: Ma che mandibola ha, questa qua?
EFDP: Come tante greche.
DR: “Oh, MALAKA!”
EFDP: AMO CHE HAI RICONOSCIUTO LA PAROLA!
DR: Sì, sì, il pistolone, come no.
EFDP: Effettissimi proprio. [ride] MA CHE CAZZO? [fragore a mille]
DR: Che reazione! [ride] Ma striscia, no? Sant’Iddio!
EFDP: No, no, troppo difficile strisciare.
DR: OK, come non detto. Morto. Il bambino non è toccato da tutto ciò. Lo adoro.
EFDP: Il bambino doesn’t give a fuck e lei è contenta, fuma e mette musica pompante.
DR: “NOWHERE TO RUUUUUUUN! NOWHERE TO HIIIIIIIDE!” […] Chiamate Jar Moff! Ho trovato cose da campionare.
EFDP: [cuori e risa ugualmente fragorosi] La satira contro la TV!
DR: E va bene, non suicidiamoci.
EFDP: Ma come cavolo è morto questo?
DR: Nemmeno i fulminoni!
EFDP: SEH, LALLERO, QUELLA NEL FORNO! Ancora intatta, eh?
DR: La testa nel forno ELETTRICO! […] E riecco i Boston.
EFDP: Ci mancava un po’ di patana, c’è una che gesticola e sembra Sara Tommasi drogata.
DR: Sì, sì, reggiamoci ed entriamo nell’iperspazio. JAR MOOOOOFF! Dove cazzo sei quando abbiamo bisogno di te?!
EFDP: A creare nuovi capolavori.
DR: Split screen a chiarire che si incontreranno tutti e quattro.
EFDP: E la tizia così, che cambia d’abito a caso.
DR: Moussaka in agguato! “Un mostro abominevole!” PTÙ!
EFDP: Alè, daje de vino a buon mercato.
DR: Vabbe’, ciao, giornalista.
EFDP: EVI BEY’s gone.
DR: Ma come?! E lo scienziato no?
EFDP: Lo scienziato risolverà tutto. Lo scienziato manzo, specifichiamo.
DR: Ma allora la moussaka è cosciente!
EFDP: Ma mi sa che nel moussaka c’è qualcosa di particolare, credo ci sia dentro l’aliena.
DR: L’aliena che non colpisce a caso. E sulla gamba della giornalista… USTIONE DI QUARTO GRADO!
EFDP: E Tara con il motorino sulla spiaggia. Il motorino che non parte.
DR: Un motorino che cigola, specifichiamo.
EFDP: “STUPIDI CONGEGNI GIAPPONESI!” [ride]
DR: [si accoda al fragore]
EFDP: Momento diva triste.
DR: No, non ammazzate Tara! […] No, VABBE’!
EFDP: Ma che fa? La Charlie’s Angel?
DR: FALLO SECCO, TARA!
EFDP: AMMAZZALO!
DR: No, non mi dire che è il peperoncino che uccide la moussaka!
EFDP: Non lo so!
DR: OK, ha visto troppo e fugge.
EFDP: È tutto così assurdo. Adoro! Comunque, la tipa che mangia patatine credo di averla già vista da qualche parte.
DR: Giornalista sempre più sbigottita. Sì, cazzo, non impanichiamoci, abbiamo capito!
EFDP: La tipa che dorme seduta. E ora, videoclip!
DR: Una sigaretta, e certo. […] Il bambino parla a Tara!
EFDP: LOL, l’olocausto! Aridaje co’ gli effetti da Windows Movie Maker!
DR: Ah, ma è incinta!
EFDP: Le si sono rotte le acque, alè. […] Riecco i Boston. […] Mamma mia, che cessa!
DR: OK, la resa dei conti.
EFDP: IT’S THE FINAL COUNTDOWN! PARAPA-PA, PARA-PA-PA-PA!
DR: Oh, che bellini! Tara e Alexis si rivedono!
EFDP: Che idiote, sono proprio inutili.
DR: Giusto le pose.
EFDP: Eccallà, l’aliena. “AWWW, DAWWWRA”, ma per piacere!
DR: “Aspettate!”, maccòsa?!
EFDP: “HELLO, DARLING!”
DR: Oddio, che roba è?!
EFDP: Sembra si trombino a vicenda.
DR: La cessa che se ne va…
EFDP: Meglio così.
DR: Effetti che fanno male agli occhi…
EFDP: Mappròprio…
DR: Canotte lucenti! […] Il bambino a cui hanno portato via la mamma e glienefregancàzzo, perché gli sta simpatica Tara.
EFDP: Eccallà […] “DIVENTERÀ UN GRANDE MAKE-UP ARTIST!”
DR: “Eh, mi sa che l’operatore è morto. E non puoi fare lo scoop. E ti fai in culo.”
EFDP: E lei orgasma. […] “FASHION DESIGNER!”
DR: OK, una nuova famiglia è fatta.
EFDP: “Yes, my baby!” […] Good Times degli Chic. Lucciconi!
DR: MA DAI!
EFDP: Il bimbo è superiore: ha la flemma del campione.
DR: Ha guardato la giornalista come per dire: “Eh, aspetta che cresco…”
EFDP: E comunque il finale su Viale Syggrou col tipo senza casco è superiore. No, scusa, non è la Syggrou.
DR: “TANTE RICHIESTE PER LA RICETTA!”
EFDP: [somma tutto il fragore precedente e ride]
DR: MA NO! Perché tagliano?! Volevo la ricetta!
EFDP: Ma quella te la passo io! [ride]
EFDP: Finito. SUBLIME PUTTANATA! Va beh, 6 perché è il troll definitivo.
DR: N.P., perché è quel che è.
EFDP: Sei sotto shock?
DR: Non tanto, ho visto di peggio. […] Ah, solo ora mi accorgo che Tara e il tizio lercio che guarda la TV con la moglie SONO LO STESSO ATTORE!
EFDP: WHAT?
DR: Sì!
EFDP: OLTRE! […] E comunque il tipo sembra essere alquanto famoso in Grecia. Ammetto che non lo conoscevo, ma d’altronde non ci abito tutto l’anno, indi per cui… […] E comunque mi sa che a Koutras piace il batrafone: vedo che Strella, film del 2009, s’incentra sulla storia d’amore di un transessuale.
DR: Film serissimo, leggo tra l’altro.
EFDP: Sì, infatti, e ora a Cannes debutterà Xenia, che a questo punto sono curiosissimo di vedere.

E vabbe’, come si dice, da qualche parte bisogna pur cominciare. La sigla di chiusura non può che essere questa:

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Visione parallela con ElFecondadòrDelPartenón #1: Η Επίθεση του Γιγαντιαίου Μουσακά (1999) di Panos H. Koutras su DeReviùer.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: