Ascolto parallelo con ElFecondadòrDelPartenón #3: MBV (2013) dei My Bloody Valentine [ovvero, “il mio raccontino personale che narra l’attesa del nuovo album” come topos letterario]

3 febbraio 2013 § Lascia un commento

Ogni tanto, il mio amico ElFecondadòrDelPartenón e io ascoltiamo lo stesso album, ciascuno a casa sua e in parallelo, esprimendo le nostre impressioni su Skype. Oggi tocca a MBV dei My Bloody Valentine, non prima di concedere un piccolo spazio a un trailer.

Kincrìmson Scapece non poteva immaginare quanto Loveless avrebbe cambiato la sua vita, finché non fu diffusa notizia di un nuovo album in cantiere per i My Bloody Valentine. Ma il tempo passava e le novità latitavano. Kincrìmson era disperato: vendette tutti i suoi fumetti, i suoi libri, i suoi film e tutti i suoi dischi (tutti tranne Loveless. Sì, pure Nevermind e Spiderland) per raccogliere fondi da spedire a Kevin Shields perché terminasse il lavoro.
Ma tutto si risolve in un nulla di fatto: in piena Jurassic Park-mania, Kincrìmson rimane solo, senza famiglia, senza amici, con il CD Loveless pieno di graffi e il lettore CD con le batterie scariche finché, quando sembrava che il mondo dovesse finire, dopo essere radicalmente cambiato sotto l’ignaro naso del Nostro, non arrivò la notizia del mastering avvenuto del terzo album. E fu subito uscire di casa dopo vent’anni, riaprirsi alla vita, incontrare gente, ma anche farsi una famiglia e un lavoro e dare un senso alla propria vita. Tutto bene, finché il nostro eroe non si accorge che sono passati cinque anni dall’uscita del seguito di Loveless, notizia che fino ad allora non aveva ricevuto. Finale tragico e folle.

Ma Bbaffanculo, Va’!, prossimamente in libreria.

E ora, MBV dei My Bloody Valentine.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Dove sono?

Stai visualizzando gli archivi per febbraio, 2013 su DeReviùer.