Se sei Batman e lo sai, batti le a-li: The Dark Knight Rises (2012) di Christopher Nolan

22 agosto 2012 § Lascia un commento

Ho certi cazzi che mi bruciano per la testa, non potete immaginare...

Ho certi cazzi che mi bruciano per la testa, non potete immaginare…

Che volete che vi dica? Anzi, parto sparato e facciamo prima.
Deludente su più fronti: Bane ci viene presentato dalla stampa come un forzutone coltissimo dalla mente raffinatissima, di quelle che Umberto Eco gli tira un bucchino, per non parlare delle venticinque lingue che parla, tra cui sette morte (boh?!), ma da Tom Hardy (bravissimo altrove, per esempio in Bronson di Nicolas Winding Refn), che gigioneggia ed è aiutato dalla maschera ad esprimere poco, il tutto non traspare, in più ti spezza tutto dall’atlante ai malleoli facendoti il solletico, e vabbe’; Morgan Freeman che dice a Christian Bale: “Ué, Bruce, ma la vogliamo finire?! Tu tieni un’età! Vabbuo’, intanto guarda quest’aereo…”, e vabbe’; Michael Caine che con il suo accento inglese e il suo humour inglese e la sua flemma inglese e le sue massime inglesi e le sue lacrime inglesi fa sempre la sua solita porca figura, e vabbe’; Cillian Murphy (lo Spaventapasseri di Batman Begins) che qui ricompare (in altra veste?), ma mi dà un fastidio di pazzi e deve morire, e vabbe’; il poliziotto orfano (terzo feticcio di Nolan in quest’elenco) che già sai quale tessera diventa nel mosaico, e vabbe’; Gary Oldman che fa Gary Oldman che fa Gary Oldman che fa Ned Flanders che fa Gary Oldman che fa l’unico poliziotto buono *del mondo*, e vabbe’; Christian Bale che è almeno dai due film precedenti che si sa che fine deve fare, manco fosse di Nazareth o Neo di Matrix, e vabbe’; e i voltafaccia, e le pugnalate alle spalle, e il buono non è tutto buono, e il cattivo non è tutto cattivo, e mi ricordo montagne verdi, e due coglioni, e vabbe’…
Avviso importante: se vi chiavate Anne Hathaway (ancora devo capire se è gnocca o no), questo automaticamente fa di voi William Shakespeare. Pensateci.
Per il resto, il peggiore Nolan (seguito da Insomnia) finora, sempre che non esca “Inception II” e *non uscirà*. Retorico (anche più di Il Cavaliere Oscuro che almeno aveva Joker), gratuito, telefonato, adolescenziale, eccessivo, ridondante, lento e noioso qua e là, da guardare *solo* in compagnia di un ortopedico e di un esperto di scienze della cognizione, so io il perché. E c’è gente che lo definisce di destra. E c’è gente che lo definisce di sinistra. E c’è gente che per film come questo combina una strage a Denver. No, bravi, eh?, complimentoni.
Intanto, ridateci Michael Keaton; tenetevi pure Tim Burton. Sigla:

Tag:, , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Se sei Batman e lo sai, batti le a-li: The Dark Knight Rises (2012) di Christopher Nolan su DeReviùer.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: